Tutti gli articoli di MarcoDuff

Segreteria telefonica centro psichiatrico

Per prima cosa vogliamo offrirvi i servizi del nostro celeberrimo centro psichiatrico di salute mentale. In qualsiasi momento passiate di qui, potete lasciare un messaggio, seguendo le istruzioni qui sotto…

Se siete ossessivi o compulsivi, premete ripetutamente e fino allo spasmo il tasto 1.
Se siete affetti da personalità multipla premete alternativamente i tasti 2345678.
Se siete paranoici vi informiamo che sappiamo già chi siete, cosa fate nella vita e cosa volete da noi.
Se soffrite di allucinazioni premete il tasto 7 del grande telefono rosa che voi, e soltanto voi, vedete alla vostra destra.
Se siete schizofrenici, chiedete gentilmente al vostro amico immaginario di premere per voi il tasto 8.
Se invece soffrite di depressione non importa quale tasto premiate, tanto ormai non c’è più nulla da fare, il vostro è un caso disperato e non ha cura.
Se soffrite di amnesia premete in rapida sequenza dopo un’unica lettura i tasti 259754163929751635 e ripetete ad alta voce il vostro nome, cognome, numero di casa e del cellulare, indirizzo e-mail, numero di conto corrente, codice bancomat, data di nascita, luogo di nascita, stato civile e cognome da nubile di vostra nonna.
Se soffrite di indecisione lasciate un messaggio prima dopo e durante la vostra visita a questo blog.
Se soffrite di amnesie temporanee di breve durata, premete 0; se soffrite di amnesie temporanee di breve durata, premete 0; se soffrite di amnesie temporanee di breve durata, premete 0; se soffrite di amnesie temporanee di breve durata, premete 0.
Se soffrite di avarizia ossessiva, vi comunichiamo che il costo di connessione a questo servizio è di circa 500euro al minuto.
Se soffrite di bassa autostima, attendete con pazienza: tutti i nostri i nostri impiegati sono occupati a rispondere ad e-mail di persone molto più importanti di voi.
Se siete parte di quegli italiani che alle ultime elezioni hanno votato Berlusconi, risparmiatevi di lasciarci un messaggio: qui curiamo i matti, non i deficienti!

Grazie per averci lasciato il vostro messaggio, faremo di tutto per rispondervi al più presto.

A risentirci!

Pasqua e Pasquetta 2008!!!

Pasqua e pasquetta passate stupendamente in giro per la Sicilia…

834 Km in due giorni sotto pioggia, grandine e vento… Partenza alle 17:30 arrivo alle 1:00… Ho visto l’autostrada di colore bianco!

Qui sotto la mappa del mio viaggio pasquale…

Visualizzazione ingrandita della mappa

…ma ne è valsa sicuramente la pena!

A breve… appena me le spediranno.. le foto!

Il Blog si è trasferito!!!

Fino a un paio di mesi fa non avevo nemmeno un blog… adesso ne ho due!

Ecco cosa sta succedendo: il mio Blog si sta trasferendo, da MSN Spaces a Blogger.

Come mai questa migrazione? Semplice:

  • Le cose MicroSoft, al solito, funzionano al meglio con software MicroSoft… ed il mio Firefox si impalla un poco su msn spaces;
  • MSN Spaces ha la pubblicità, Blogger no;
  • MSN Spaces non è compatibile con il tag iframe, mentre Blogger si.

Tutti motivi validi per farmi migrare!

Uniche due pecche di Blogger che ho trovato fino ad adesso sono:

  • Cattiva gestione delle autorizzazioni, MSN Spaces è molto più precisa;
  • La galleria foto di MSN Spaces è nettamente superiore!

Per questo motivo questo diventa il mio Blog ufficiale… mentre quello su MSN Spaces resta il posto dove metto la Galleria delle foto (visibile solo ad alcuni utenti).

Ciao!

A Te…

Ultimamente anche quest’altra canzone mi ronza in testa…


Jovanotti – A Te – live Sanremo 2008

Jovanotti – A Te

A te che sei l’unica al mondo
L’unica ragione per arrivare fino in fondo
Ad ogni mio respiro
Quando ti guardo
Dopo un giorno pieno di parole
Senza che tu mi dica niente
Tutto si fa chiaro
A te che mi hai trovato
All’ angolo coi pugni chiusi
Con le mie spalle contro il muro
Pronto a difendermi
Con gli occhi bassi
Stavo in fila
Con i disillusi
Tu mi hai raccolto come un gatto
E mi hai portato con te
A te io canto una canzone
Perché non ho altro
Niente di meglio da offrirti
Di tutto quello che ho
Prendi il mio tempo
E la magia
Che con un solo salto
Ci fa volare dentro all’aria
Come bollicine
A te che sei
Semplicemente sei
Sostanza dei giorni miei
Sostanza dei giorni miei
A te che sei il mio grande amore
Ed il mio amore grande
A te che hai preso la mia vita
E ne hai fatto molto di più
A te che hai dato senso al tempo
Senza misurarlo
A te che sei il mio amore grande
Ed il mio grande amore
A te che io
Ti ho visto piangere nella mia mano
Fragile che potevo ucciderti
Stringendoti un po’
E poi ti ho visto
Con la forza di un aeroplano
Prendere in mano la tua vita
E trascinarla in salvo
A te che mi hai insegnato i sogni
E l’arte dell’avventura
A te che credi nel coraggio
E anche nella paura
A te che sei la miglior cosa
Che mi sia successa
A te che cambi tutti i giorni
E resti sempre la stessa
A te che sei
Semplicemente sei
Sostanza dei giorni miei
Sostanza dei sogni miei
A te che sei
Essenzialmente sei
Sostanza dei sogni miei
Sostanza dei giorni miei
A te che non ti piaci mai
E sei una meraviglia
Le forze della natura si concentrano in te
Che sei una roccia sei una pianta sei un uragano
Sei l’orizzonte che mi accoglie quando mi allontano
A te che sei l’unica amica
Che io posso avere
L’unico amore che vorrei
Se io non ti avessi con me
a te che hai reso la mia vita bella da morire, che riesci a render la fatica un’ immenso piacere,
a te che sei il mio grande amore ed il mio amore grande,
a te che hai preso la mia vita e ne hai fatto molto di più,
a te che hai dato senso al tempo senza misurarlo,
a te che sei il mio amore grande ed il mio grande amore,
a te che sei, semplicemente sei, sostanza dei giorni miei, sostanza dei sogni miei…
e a te che sei, semplicemente sei, compagna dei giorni miei…sostanza dei sogni…

Link al sito ufficiale dell’album Safari

Fango…

Ultimamente mi ronza in testa questa canzone…


Fango – Jovanotti – Versione 1

Fango – Jovanotti – Versione 2

Jovanotti & Ben Harper – Fango – Sanremo 2008

Jovanotti – Fango

Io lo so che non sono solo
anche quando sono solo
io lo so che non sono solo
io lo so che non sono solo
anche quando sono solo

sotto un cielo di stelle e di satelliti
tra i colpevoli le vittime e i superstiti
un cane abbaia alla luna
un uomo guarda la sua mano

sembra quella di suo padre
quando da bambino
lo prendeva come niente e lo sollevava su
era bello il panorama visto dall’alto
si gettava sulle cose prima del pensiero
la sua mano era piccina ma afferrava il mondo intero
ora la città è un film straniero senza sottotitoli
le scale da salire sono scivoli, scivoli, scivoli
il ghiaccio sulle cose

la tele dice che le strade son pericolose
ma l’unico pericolo che sento veramente
è quello di non riuscire più a sentire niente
il profumo dei fiori l’odore della città
il suono dei motorini il sapore della pizza
le lacrime di una mamma le idee di uno studente
gli incroci possibili in una piazza
di stare con le antenne alzate verso il cielo
io lo so che non sono solo

io lo so che non sono solo
anche quando sono solo
io lo so che non sono solo
e rido e piango e mi fondo con il cielo e con il fango
io lo so che non sono solo
anche quando sono solo
io lo so che non sono solo
e rido e piango e mi fondo con il cielo e con il fango

la città un film straniero senza sottotitoli
una pentola che cuoce pezzi di dialoghi
come stai quanto costa che ore sono
che succede che si dice chi ci crede
e allora ci si vede
ci si sente soli dalla parte del bersaglio
e diventi un appestato quando fai uno sbaglio
un cartello di sei metri dice tutto è intorno a te

ma ti guardi intorno e invece non c’è niente
un mondo vecchio che sta insieme solo grazie a quelli che
hanno ancora il coraggio di innamorarsi
e una musica che pompa sangue nelle vene
e che fa venire voglia di svegliarsi e di alzarsi
smettere di lamentarsi
che l’unico pericolo che senti veramente
è quello di non riuscire più a sentire niente
di non riuscire più a sentire niente

il battito di un cuore dentro al petto
la passione che fa crescere un progetto
l’appetito la sete l’evoluzione in atto
l’energia che si scatena in un contatto

io lo so che non sono solo
anche quando sono solo
io lo so che non sono solo
e rido e piango e mi fondo con il cielo e con il fango

io lo so che non sono solo
anche quando sono solo
io lo so che nn sono solo
e rido e piango e mi fondo con il cielo e con il fango

e mi fondo con il cielo e con il fango

e mi fondo con il cielo e con il fango

Link al sito ufficiale dell’album Safari