Home > Informatica > Installare PHP5 su Apache Server

Installare PHP5 su Apache Server

PHP5

Nello scorso articolo ci siamo occupati dell’installazione del Web Server Apache sul nostro sistema. Adesso vogliamo potenziarlo installando PHP5.

Prima di scaricare PHP serve una premessa. Esiste più di un modo per installare PHP sul nostro sistema, questo dipende molto dai nostri scopi. Per metterlo in accoppiata al server web Apache il modo più performante e sicuro di effettuare l’installazione è di inserirlo come modulo di Apache2.2.

Andiamo sul sito php.net e scarichiamo l’ultima versione. Attenzione a non scegliere la versione Installer ma la versione Zip Package che ci consente di installarlo come modulo. Al momento della mia installazione la versione di PHP è la 5.2.8.

Scaricato il file, scompattiamo il tutto nella cartella modules/php5 di Apache (in poche parole, nel mio sistema, la cartella di php risiede in “C:\Programmi\Apache2.2\modules\php5”). Ovviamente potete installarlo in qualsiasi altro percorso, ma attenzione a non installarlo in percorsi che contengono spazi!

Cerchiamo il file php.ini-recommended e facciamone una copia chiamandola php.ini (questo è il file di configurazione di php, lo modificheremo dopo).

Fatto questo dobbiamo configurare il nostro web server Apache per fargli riconoscere PHP. Andiamo quindi ad editare il solito file httpd.conf.

Subito dopo la direttiva DocumentRoot inseriamo la seguente riga:

PHPIniDir  "C:/Programmi/Apache2.2/modules/php5"

che indica ad Apache dove cercare il file php.ini

Cerchiamo la sezione dove vengono caricati i moduli (ovvero dove vi sono i “LoadModules) ed inseriamo alla fine

LoadModule php5_module "C:/Programmi/Apache2.2/modules/php5/php5apache2_2.dll"

che non è altro che la libreria di php5 per il web servere Apache 2.2.x

L’ultima direttiva va inserita all’interno del blocco <IfModule mime_module> dove vi sono le direttive AddType ed è

AddType application/x-httpd-php .php

che dice al server come trattare i file con estensione php.

Fatto questo, per testare se tutto è andato bene bisogna riavviare il server Apache tramite il tool Apache Service Monitor e creare all’interno della nostra DocumentRoot (ovvero la cartella htdocs) un file che chiameremo phpinfo.php con all’interno il seguente testo

<?php phpinfo(); ?>

questa non è altro che la chiamata alla funzione php phpinfo() che visualizza l’attuale configurazione contenuta nel file php.ini. Per visualizzarlo ci basta puntare con il nostro browser all’indirizzo http://localhost/phpinfo.php

Per ottimizzare PHP fatevi un giro sul file php.ini ed adattatelo alle vostre esigenze. Ad esempio, io per riuscire a fare un debug puntuale del mio codice ho cambiato la seguente direttiva

display_errors = On

in modo di visualizzare a video gli errori del mio codice.

Adesso che abbiamo PHP installato nel nostro sistema, non ci resta che iniziare a programmare il nostro sito web dinamico!

Categorie:Informatica Tag: ,

Articoli correlati:

Installare Apache HTTP Server su Windows
  1. 12 dicembre 2008 a 22:07 | #1

    Grazie Marco.. per il momento me lo conservo tra i miei preferiti online

  2. 16 dicembre 2008 a 22:53 | #2

    http://www.emofaces.com/en/emoticons/o/old-emoticon.gif

    Ai miei tempi stavamo su un tavolo e ascoltavamo e loro parlavano tutto davanti ad un tozzo di pane

    🙂

*