Home > Blog > 30 x PiGreco

30 x PiGreco

Il nostro caro amico Ernesto è arrivato alla vecchiaia… 30 anni! Una festa a sorpresa è il minimo che possiamo fare, ma cosa organizzare?

Il Giorno Prima

Ore 18:43 – Daniela mi chiama, prima domanda: “Ernesto è in casa?” “No” “Perfetto, sto passando da casa tua, esci che vediamo cosa fare per il suo compleanno!”

Ore 18:50 – Daniela arriva a casa mia, usciamo e andiamo a fare un aperitivo. Decidiamo di organizzare una festa a sorpresa in una vineria vicino casa, prenotiamo il locale per le 21 e andiamo ad ordinare la torta. Il mio compito sarà di confondere Ernesto facendogli credere di andare alla solita partita del DrWhy per poi portarlo al locale.

In un gruppo normale e con un festeggiato normale avremmo potuto fermarci li… ma essendo un gruppo diabolico con un festeggiato con il nick PiGreco non potevamo cadere nella banalità! Quindi…

Il Pomeriggio del Compleanno

Ore 16:00 – Insieme a Francesca e Daniele, decidiamo di complicare leggermente il tutto con una caccia al tesoro ad enigmi dove il passo finale è condurlo proprio al luogo della festa! Nella mia testa i passi da seguire sono i seguenti: Francesca si occupa della prima parte dell’enigma, deve condurre Ernesto alla pagina tom.html del mio sito, io della parte finale, ovvero condurlo al locale. Per fargli trovare il primo biglietto la scelta è semplice: esco prima da lavoro, sistemo tutti i bigliettini, verso le 20 usciamo per andare a cenare nel locale del DrWhy, io esco per ultimo da casa posizionando il primo bigliettino all’uscio della porta con una torcia puntata contro! Mentre siamo in macchina, con la banale scusa di essermi dimenticato il cellulare, torno indietro e chiedo il favore ad Ernesto di andarmelo a prendere. E li inizia tutto…

Ore 16:55 – Invio della Mail finta a tutto il gruppo del DrWhy: appuntamento alle 20:30 direttamente al locale.

Ore 17:30 – Ultimo briefing per l’organizzazione della caccia al tesoro, tutto è pronto… dopo “Pigreco la Biscia”, ecco la spiegazione completa di tutti i passi de “Pigreco Cacciatore”.

Pigreco Cacciatore – Teoria

Verso le 20 i tre abitanti della casa (Io, Vincenzo ed Ernesto) dobbiamo uscire di casa per dirigerci verso il locale del DrWhy come preventivato. A metà tragitto, con la banale scusa di essermi dimenticato il cellulare, torno indietro… poco prima di arrivare a casa Vincenzo fingerà una telefonata ed io chiederò ad Ernesto di salire lui a prendermelo visto che Vincenzo è al telefono ed io intanto faccio manovra con la macchina. Il tutto deve essere fatto in una atmosfera del tipo “si intelligentone, visto che ti aspetti la festa a sorpresa, ci siamo fatti un giro per dare tempo a tutti di salire a casa nostra e farti la banalissima SORPRESA al tuo ingresso”… ma ovviamente essendo bastardi dentro non è cosi!

Mentre noi andiamo via in macchina di nascosto, Ernesto salirà a casa e troverà la casa buia con una torcia che punta sul biglietto scritto da Francesca.

Il testo del biglietto è il seguente:

Per poterti degnamente festeggiare
un bell’enigma abbiamo ideato
presto sù, ti devi affrettare:
da tutti quanti sei desiderato.

Per sapere la pagina da digitare
scopri la parola che abbiamo celato;
non è difficile, devi solo contare
e sappiamo tutti che sei portato.

Per cominciare il tuo cammino guidato
pensa al civico dove i Danieli puoi trovare
dividilo per le dita di una mano e il risultato
sottrailo all’età che il 02/12/2013 potrai vantare.

Il secondo enigma che ti si para davanti
lo scioglierai se prendi la fine del tuo cellulare
e dividi per il doppio, della tua casa, gli abitanti;
segna il numero e non ti scoraggiare.

L’ultima infine la puoi scovare dentro
il primo primo palindromo che le 2 cifre superi;
attento, però, a togliergli quella al centro
che non serve a niente tra gli altri due numeri.

Ora che hai affrontato tutte le prove da superare,
da bravo italiano avrai capito il nesso;
prova ad andare su www.marcoduff.com e a digitare
la parola che ti porterà al successo.

Buon divertimento caro amico Ernesto;

ti aspettiamo per mangiare: sii lesto!

in poche parole sono tre indovinelli che portano rispettivamente ai numeri 18, 13, 11 che tramite una semplice conversione portano alla parola TOM, quindi alla pagina www.marcoduff.com/tom.html (pagina che potete ancora visionare)!
La pagina è composta da un video che augura buon compleanno ad Ernesto e da due banner del Bacardi. Dall’indizio del Bacardi, Ernesto deve capire di cercare all’interno della latta della bottiglia del Bacardi che custodiamo gelosamente a casa. All’interno della stessa trova una parte di un Post-It strappato. Qui dovrebbe capire che deve cercare l’altra metà del post-it per completare il percorso! L’indizio sta nel codice sorgente dell’html della pagina tom.html:
<html>
<head>
	<title>Happy Bigthday PiGreco</title>
</head>
<body>
	<!-- Bravo PiGreco ma non è finita qui, per trovarci devi lavare la camicia bianca! -->
	<table width="100%" height="100%">
		<tr>
			<td align="center" valign="middle">
				<img src="http://www.gringomundo.com/images/bacardi_logo.jpg" height="344" /><object width="425" height="344"><param name="movie" value="http://www.youtube.com/v/UeypOvsY91Q&hl=it&fs=1&autoplay=1"></param><param name="allowFullScreen" value="true"></param><param name="allowscriptaccess" value="always"></param><embed src="http://www.youtube.com/v/UeypOvsY91Q&hl=it&fs=1" type="application/x-shockwave-flash" allowscriptaccess="always" allowfullscreen="true" width="425" height="344"></embed></object><img src="http://www.gringomundo.com/images/bacardi_logo.jpg" height="344" />
			</td>
		</tr>
	</table>
</body>
</html>

Ovvero “Bravo PiGreco ma non è finita qui, per trovarci devi lavare la camicia bianca!”!!!

Ovviamente una persona normale va subito a cercare nella lavatrice… dove trova il seguente biglietto:

Sbagliato! Ho detto BIANCA!!!

Qui dovrebbe capire, anche grazie ad un discorso avuto un paio di giorni fa, di cercare la candeggina… infatti attaccato alla bottiglia della candeggina ci sta un preservativo con il seguente post-it allegato:

Non hai bisogno di indizi per sapere dove usarlo!!! Giusto???

Infatti, esattamente sotto le coperte del suo letto, trova una bustina con dentro il mio cellulare spento e, finalmente, l’altra metà del post-it! Unendo le due parti si compone il messaggio:

Per avere l’accesso manda un sms con scritto “MINCHIONE SI’” al numero **********

(ovviamente il numero di cellulare qui nel blog l’ho coperto da *, nel biglietto originale c’era il numero di cellulare di Daniele). Mandando correttamente il messaggio a quel numero gli arriverà una risposta, sempre via SMS, con il PIN del mio cellulare (questa mossa serviva anche a noi che lo aspettavamo nel locale per capire a che punto dello scherzo era arrivato).

Accendendo il mio cellulare ed inserendo il PIN arrivato via sms doveva capire (grazie all’indizio TOM) di accedere al tom tom dove avevo precedentemente impostato il percorso a piedi da casa mia al locale.

Secondo una nostra stima, nel giro di 30 minuti il buon Ernesto sarebbe risuscito a risolvere l’enigma, ma…

La Preparazione

Ore 17:43 – Esco dall’ufficio, arrivo a casa e posiziono un paio di biglietti (Bacardi, candeggina e lavatrice), preparo la torcia in una posizione comoda, in modo di riuscire facilmente ad accenderla un attimo prima di uscire.

Ore 18:32 – Arriva l’email di Francesca con il testo del primo biglietto, lo copio su un foglio di carta… ma mentre sto scrivendo subito il primo imprevisto: arriva a casa Ernesto che si avvicina pericolosamente verso la mia stanza… sposto il blocco notes dove stavo scrivendo e chiudo subito la mail. Tutto fila liscio. Riesco a finire la scrittura. Adesso tutti i biglietti sono pronti… manca solo il posizionamento del cellulare sotto le coperte del letto di Ernesto. Secondo imprevisto: Ernesto ha mal di testa e decide di coricarsi un poco sul letto che diventa per me inaccessibile!

Ore 19:20 – Terzo imprevisto: mi chiama Daniele dicendo che non ha avuto tempo di comprare il bigliettino di auguri. Mi chiede se posso andare io. Penso… “Adesso chiedo ad Ernesto di andarsi a fare la doccia, cosi mentre si doccia ho il tempo di comprare il bigliettino e nascondere il cellulare sul suo letto”… “Ernè, devi farti la doccia?” (quarto imprevisto) “No, puoi andare a fartela tu!”. Penso… “Ma vaffanculo!”. Mi infilo sotto l’inaspettata doccia, mi sistemo per benino, mi vesto e scendo di casa dicendo “Ernè, scendo un attimo” e lui “Dove vai?” penso… “Ma 4 chili di cazzi tuoi no, eh!”

Ore 19:52 – Scendendo di casa incontro Vincenzo davanti al portone, gli spiego la sorpresa ed il suo ruolo (la finta telefonata quando siamo in macchina) ma inaspettato arriva il quinto imprevisto: Vincenzo ha la febbre e non se la sente di uscire! La parte iniziale del piano è stravolta… intanto si sta facendo tardi visto che dovevamo uscire alle 20! Vado alla cartoleria ma la trovo chiusa, pazienza, niente biglietto! Torno a casa, Ernesto è ancora mezzo addormentato sul letto, Vincenzo conferma che non viene, ha quasi 38 di febbre! Ok, mi metto a pensare a come risolvere il problema… con Vincenzo restiamo che lui resta a casa, sarà lui a posizionare comodamente il cellulare ed il biglietto iniziale, poi si deve chiudere in camera. Restiamo lo chiameremo mentre siamo in macchina insistendo per farlo venire, lui dirà di si, torneremo indietro e farò salire Ernesto con una scusa per dare inizio agli indizi.

Ore 20:20 – Ernesto, finalmente, si alza viene in cucina e trova a me e Vincenzo che complottiamo (la cosa è anche voluta… vogliamo far credere ad Ernesto che gli stiamo organizzando qualche cosa e che quando salirà a casa si ritroverà la banale scena degli amici che gli urlano SORPRESA). Ernesto dice “Ma non dobbiamo andare al DrWhy?” ed io “Minkia già le otto e mezza sono!!! Muoviamoci che è tardi”… inizia un piccolo teatrino con Vincenzo del tipo “Amunì, ca vieni che è il compleanno di Ernesto!”! Scendiamo io ed Ernesto e andiamo a prendere la macchina!

Sono le 20:40 e La Caccia al Tesoro inizia…

Pigreco Cacciatore – Pratica

Mentre siamo in macchina Ernesto si prende una sigaretta ma non ha l’accendino (particolare utile per dopo) ed inizio con delle battutine del tipo “Peccato, Vincenzo ci teneva a venire”, “Magari voleva soltanto mangiare qualche cosa di semplice a casa… in effetti potremmo aspettarlo”, il tutto per far dire direttamente ad Ernesto la frase “Ma che fa lo chiamo?”… cosa che non avviene, ma in compenso Ernesto inventa il sesto imprevisto: “Ma che fa, lo chiamo Sergio e gli dico di venire al DrWhy?”… Microsecondo di panico, Sergio è uno degli invitati alla festa a sorpresa, ma avrà il sangue freddo di stare al gioco? Mi fido e rispondo “Ca certo! Chiamalo!” Mentre Ernesto parla capisco che Sergio sta al gioco tanto da farsi dire la via del locale “via Appia 1253″… Li mi viene il colpo di genio “In effetti non so a che altezza sta il 1253, metto il navigatore…. Minkia, l’ho dimenticato a casa, ho cambiato giubbotto e l’ho lasciato nella tasca… fai una cosa, chiama a Vincenzo e chiedigli se lo vede”! Ernesto chiama, Vincenzo conferma che il cellulare sta nella tasca del giubbotto e torniamo indietro… mentre torniamo Ernesto dice “Vabbè possiamo usare il mio cellulare come navigatore” ed io “Vabbè, se mi chiama Alessandra” ed intanto penso “Ma 40 chili di cazzi tuoi no, eh!”… Arrivando sotto casa dico ad Ernesto “Che fa me lo prendi tu cosi che ti prendi pure l’accendino?” e finalmente Ernesto collabora con un “Va bene!”. Scende, apre il portone, chiude ed io vado a posare la macchina! Settimo imprevisto: mi sono dimenticato la fotocamera a casa! Quindi resto a guardarmi la scena dalla finestra a debita distanza… dalla mia visuale riesco a vedere esclusivamente la porta del bagno chiusa e il tubo del Bacardi. Il mio pensiero è quello di recuperare la fotocamera in quei pochi minuti che Ernesto impiegherà per andare a vedere il numero civico dei Danieli. Ore 21:10 Ernesto apre la porta del bagno! Capisco che in qualche modo è riuscito a recuperare il numero civico… quindi mi rassegno e raggiungo gli altri al locale. Alle 21:30 ancora nessun segnale, noi stiamo morendo di fame ed inizia a piovigginare, decido di tornare a casa per vedere che cosa è successo. Salgo solo un attimo, prendo la fotocamera e vado subito via… contro tutte le previsioni era riuscito a trovare facilmente la Candeggina ma ha avuto problemi con il Bacardi!!! Finalmente alle 21:42 arriva il messaggio “minchione si” e subito dopo, non ricevendo risposta, “MINCHIONE SI”… noi inviamo il mio PIN… passano circa altri 40 minuti e finalmente vediamo avvicinarsi una sagoma in lontananza con la camminata strana… Finalmente possiamo mangiare!

Auguri PiGreco!

Articoli correlati:

Segreteria telefonica centro psichiatrico
Gemelli Ridoloni!
Duffman, lo voglio!
  1. Nicky
    3 dicembre 2008 a 14:40 | #1

    Sarebbe stato bello allegare dele foto della preparazione! 😉 cmq complimenti !

  2. 3 dicembre 2008 a 16:30 | #2

    Non ho avuto tempo di fare le foto per la preparazione… ma abbiamo le foto e i video della festa che posterò domani su Facebook! 😉

  3. Isabella
    5 dicembre 2008 a 13:37 | #3

    Palermo sei tremendo!!! Prima la biscia, poi la festa… solo voi potevate architettare una sopresa così…

    Cmq troppo forteeee!

    Bacio Isa

*